Carissimi amici e fedeli del Santuario Nostra Signora di Lourdes del Forno,

questo numero del bollettino ha due sguardi: uno verso il passato, l’estate ricca di tanti positivi momenti; l’altro verso il futuro, cioè l’avvio del nuovo anno pastorale e la conclusione dell’anno solare.

IMG 20160828 174716 

      Volgendo lo sguardo indietro, troviamo una estate ricca di momenti positivi e ricchi, quali l’ospitalità ai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, che han preparato qui il loro avvio di servizio alla comunità torinese; il ritorno di mons. Piero Delbosco, nostro ex rettore e ora vescovo di Cuneo e Fossano; il bel gruppo di aspiranti diaconi con le loro famiglie per la loro settimana residenziale; un gruppo nutrito di consorelle indiane delle nostre suore Missionarie di Maria  Ausiliatrice e Padre Mimmo Lovera con i membri del suo gruppo di spiritualità per i  loro Esercizi Spirituali; infine il 18 settembre i Cori Parrocchiali di Airasca, Cardè, Carignano, Casalgrasso, None, Osasio, Virle venuti per il loro appuntamento annuale: le loro voci possenti e ben intonate hanno rallegrato la Domenica, giorno del Signore, con i loro bei canti  eseguiti alla perfezione.

      E da non dimenticare il bel gruppo portante, di tutto luglio e agosto, di ospiti e di fedeli che con una permanenza serena e vivace hanno allietato la casa, la grotta, i cortili, i vari luoghi di incontro della loro presenza allegra e gioiosa,  ricca pure di momenti di preghiera e fruttuosa comunicazione.

       Ricordi belli, tutti, senza eccezione, che han lasciato un buon e positivo strascico.

         Ma l’estate ormai è un piacevole ricordo. L’autunno e l’inverno ci aspettano con il loro bagaglio di impegni solidi e costanti per utilizzare al meglio il tempo che il Buon Dio ci concede.

          L’Arcivescovo ci ha dato un ottimo input: la sua lettera pastorale ”LA CITTA’ SUL MONTE”, di cui una buona succosa sintesi in altra parte del bollettino, che ci guiderà come singoli e come comunità in questo nuovo anno pastorale 2016-17. Sarebbe ottima cosa il procurarsi questo strumento di riflessione e di lavoro (rintracciabile in qualunque libreria cattolica) e lasciarsi coinvolgere e guidare.

          In Santuario avremo alcuni week-end e altri momenti di incontro e lavoro soprattutto con i giovani, più attrezzati ad affrontare alcune fatiche invernali.

          E avremo pure alcuni lavori materiali per mantenere efficiente, anzi migliorare, la nostra casa di spiritualità, il Santuario stesso e il parco con tutte le sue preziose realtà di riflessione e meditazione, come la Via Crucis, le casette di Prablin, ecc.

          Continuiamo il nostro impegno!

          Siamo contenti di ascoltare e ricevere con qualsiasi mezzo suggerimenti, proposte, critiche costruttive, collaborazioni fattive ed economiche per migliorare il servizio del nostro  Santuario, al fine di renderlo sempre più luogo di accoglienza  per avvicinare chi viene al Signore Gesù e attraverso di Lui al Padre: è questo il nostro scopo.

pag 3

 

          Se permettete , con un buon anticipo, stante il fatto che non ci incontreremo prima con il bollettino, vi faccio gli auguri di Buon Natale: sia sereno, gioioso nell’intimità del vostro cuore con il Buon Dio e pure nell’intimità delle vostre famiglie.

Don Michele Olivero - Rettore